pane multicereali con semi di lino

7 novembre 2016
_mg_4854

Ciao a tutti! Eccomi con una ricetta che era in attesa dallo scorso anno di essere pubblicata. Il pane multicereali è tra i miei preferiti, accompagna bene zuppe e formaggi ma non disdegna di essere tostato e spalmato di marmellata…
La tecnica di impasto l’ho presa in prestito dal bellissimo libro “Come si fa il pane” di Emmanuel Hadjiandreou. Ho provato il suo metodo davvero efficace, in questo caso la lavorazione non prevede la biga, ed il risultato è un pane fragrante e profumato. Se avete voglia di un pane così non vi resta che infarinarvi le mani! 

_mg_4853


pane multicereali con semi di lino


100 g di farina integrale di segale 
100 g di farina tipo 2
40 g di farina di miglio chiaro
20 g di semi di lino
160 g di acqua a temperatura ambiente
10 g di miele di acacia non pastorizzato 
5 g di lievito fresco (o tre g di lievito secco)
5 g di sale marino integrale
50 g di fiocchi d’avena 
1 cestino per la lievitazione finale e un canovaccio pulito

1. In una ciotola capiente disponi le farine (tranne i fiocchi d’avena che ti serviranno dopo) e il sale, poi mescola fra loro tutti gli ingredienti secchi. Metti il lievito e il miele in una caraffa aggiungi l’acqua e mescola bene finché si sciolgono.
2. Versa l’acqua con il lievito sugli ingredienti secchi e amalgama bene con un mestolo fino a quando avrai un impasto che sarà abbastanza morbido ed appiccicoso. Copri la ciotola e lascia riposare per 15 minuti. 
3. Dopo il riposo lavora l’impasto, lasciandolo nella ciotola, in questo modo: tira un lembo dell’impasto e ripiegalo verso il centro, ruota leggermente la ciotola e ripeti quest’operazione per 9 volte. Copri la ciotola e lascia riposare per altri 15 minuti.
4. Impasta ancora come spiegato prima (punto 3). Copri la ciotola e lascia riposare per 15 minuti. 
5. Lavora nuovamente l’impasto come al punto 3, copri la ciotola e fai riposare per 15 minuti. 
6. A questo punto avrai ottenuto una pasta più consistente ed omogenea. Ripeti il punto 3, copri la ciotola e fai riposare per 1 ora. (In sostanza, nell’arco di un’ora, dovrai impastare per 4 volte con intervalli di 15 minuti tra una lavorazione e l’altra).
7. Trascorsa l’ora di riposo spolverizza il piano da lavoro con i fiocchi d’avena e adagiaci l’impasto. Fallo rotolare sui fiocchi d’avena finché ne sarà rivestito e cerca di dargli una forma rotonda. Rivesti con il telo il cestino e spolverizzalo con i fiocchi d’avena restanti. Trasferisci l’impasto nel cestino e lascia lievitare fino al raddoppio in un luogo tiepido e lontano dalle correnti d’aria (2/3 ore o più, dipende dalla temperatura ambiente).  
8. Una mezz’ora prima di infornare scalda il forno a 240°C. Fai scaldare nel forno la teglia dove cuocerai il pane. A lievitazione ultimata e quando il forno avrà raggiunto la temperatura disponi un pentolino riempito d’acqua sul pavimento del forno (servirà a creare vapore così la crosta risulterà fragrante ma non dura), tira fuori la teglia calda, rovescia sopra l’impasto e inforna. 
9. Abbassa la temperatura a 220°C e cuoci il pane per 30 minuti o fino a quando sarà ben dorato. Una volta cotto fallo raffreddare sopra una griglia. 


_mg_4856

Vi potrebbero interessare

2 Commenti

  • Rispondi lucy 9 novembre 2016 at 7:46

    e’ di una bellezza senza eguali, chissà poi il sapore che deve essere molto particolare

    • Rispondi stefania 10 novembre 2016 at 8:20

      Lucy grazie e buona giornata!

    Lascia un commento