Dolce di mandorle, carote e nocciole

27 ottobre 2016
_mg_5955

Impastare dolci e pane allontana un pochino la tristezza… Oggi avevo proprio bisogno di un dolce come questo, che mi consolasse, rassicurante e molto nutriente. Credo che in alcuni momenti lo potrei mangiare in continuazione sebbene non soffra di dipendenza da zuccheri. È profumatissimo, morbido e goloso e fa felici tutti i palati. Non c’è farina e nemmeno burro o olio aggiunto in quanto l’olio che rilascerà la frutta secca sarà sufficiente. Le mandorle, così come le nocciole, sono ingredienti a cui difficilmente rinuncio. Annotatevi la ricetta, è davvero semplice da eseguire e spero vi piacerà. 


Dolce di mandorle, carote e nocciole senza glutine e grassi aggiunti

Per una teglia rettangolare da 23×30 cm (4-6 persone) o una tonda da 26 cm

200 g di carote pelate
200 g di mandorle senza pelle
50 g di nocciole tostate
4 uova, i tuorli e gli albumi separati
125 g di zucchero di canna integrale tipo dulcita
1 cucchiaio di limoncello fatto in casa da mammà…
30 g di mandorle pelate tagliate a lamelle
facoltativo… Una spolverata di zucchero a velo per la coreografia 🙂

1 Per prima cosa grattugia le carote, poi trita molto finemente, con un mixer, mandorle e nocciole fino ad ottenere una consistenza farinosa. Scalda il forno a 170º C.
2 Utilizzando una planetaria, oppure olio di gomito, monta i tuorli con lo zucchero e fermati quando il composto sarà diventato chiaro e soffice (i granellini scuri dello zucchero di canna si dovranno essere sciolti). Aggiungi un po’ alla volta la polvere di mandorle e nocciole al composto di uova e zucchero, poi le carote e il limoncello.
3 A questo punto unisci anche gli albumi montati a neve con un pizzico di sale. Questa operazione va fatta molto delicatamente per evitare che gli albumi si smontino (in questo dolce fungeranno da agente lievitante).
4 Versa l’impasto nella teglia rivestita con carta forno, distribuisci le mandorle a lamelle e inforna per 35 minuti circa. Spegni e lascia il dolce in forno per altri dieci minuti. Verificane comunque la cottura pungendolo con uno stecchino che dovrà uscirne asciutto.
Lascia intiepidire poi taglia in rettangoli e gusta!

_mg_5946

Vi potrebbero interessare

2 Commenti

  • Rispondi lara 27 ottobre 2016 at 10:58

    Spettacolare Stefi.

    • Rispondi stefania 27 ottobre 2016 at 11:00

      Grazie Cara

    Lascia un commento