Torta di ricotta e quattro anni!

26 febbraio 2016
_MG_8094r

Ebbene sì, sono trascorsi quattro anni da quel giorno in cui decisi di aprire il blog e lo battezzai con la foto e la ricetta di un piatto di tagliatelle al pomodoro…

Non sapevo se a quel sassolino solitario se ne sarebbero aggiunti altri e invece, mese dopo mese, ad un sassolino se ne è accostato un altro disegnando un piccolo sentiero. Ammetto che qualche volta l’avrei abbandonato per mancanza di tempo o perché non sempre l’entusiasmo era acceso.
Invece sono ancora qui, contenta di non aver rinunciato a questa piccola oasi dove mi fermo ogni tanto per fare il punto della situazione, dove posso pubblicare i miei esperimenti, dove posso mettermi in gioco senza preoccuparmene troppo. Qui non troverete alta cucina, ricette spettacolari o acrobazie culinarie, ma semplicità e un pizzico di emozione.

Lungo il sentiero ho conosciuto virtualmente delle belle persone con le quali condivido questa esperienza e mi auguro di poterle incontrare in un futuro non troppo lontano. Oggi, un po’ in sordina perché son fatta così, “festeggio” l’anniversario del blog con una torta nata da un mix di frammenti colti qua e là: un esperimento.
Ringrazio chi mi ha seguito fin qui e mi ha sostenuto manifestando il suo apprezzamento.
Un caro saluto da Pepi.

_MG_8095r

Torta di ricotta e semola senza uova 
per una torta da 20 cm di diametro

impasto:
250 g di ricotta ovina freschissima (o vaccina)
200 g di semola di grano duro
50 g di zucchero integrale di canna tipo dulcita
50 g di miele di acacia (biologico)
12 g di lievito 
la scorza grattugiata di un limone non trattato
un pizzico di sale

ripieno:
150 g di ricotta ovina
150 g di confettura di albicocche dolcificata con succo d’uva

glassa e decorazione:
50 g di miele di acacia
2 cucchiai di granella di pistacchio al naturale

uno stampo a ciambella da 20 cm di diametro imburrato e infarinato

1. Impasto: In una ciotola lavora la ricotta con lo zucchero e il miele fino a ridurla in crema, aggiungi poi la scorza del limone. Unisci la semola mescolata con il lievito e il sale e impasta fino ad avere un composto omogeneo. Metti in fresco per un’oretta. Togli l’impasto dal frigo e stendilo allo spessore di 1 cm circa sopra un foglio di carta forno. Rivesti lo stampo con 3/4 dell’impasto facendolo aderire bene sul fondo e lungo le pareti. 
2. In un’altra ciotola prepara il ripieno mescolando la ricotta con la confettura fino ad avere una crema. Versa il ripieno nella tortiera e distribuiscilo in maniera uniforme. Con l’impasto rimasto stendi un altro disco del diametro dello stampo e adagialo su questo richiudendo così il ripieno. Sigilla accuratamente con le dita. 
3. Inforna a 170 °C per 25/30 minuti. Togli la torta dal forno quando è ben dorata, lasciala riposare una decina di minuti poi capovolgila sopra un piatto. Scalda leggermente il miele e versalo sopra la torta, distribuiscilo accuratamente su tutta la superficie aiutandoti con un pennello. Completa con la granella di pistacchio. Puoi servirla anche tiepida. 

Vi potrebbero interessare

15 Commenti

  • Rispondi Paola 26 febbraio 2016 at 18:48

    Interessantissima torta, ottima per festeggiare,buon compliblog

    • Rispondi stefania 26 febbraio 2016 at 21:15

      Grazie Paola, buon proseguimento di serata.

  • Rispondi Giulia 26 febbraio 2016 at 20:33

    Tanti auguri!
    La ricetta della torta m’incuriosisce molto ed ha un aspetto talmente invitante che credo la proverò presto.
    Buona serata

    • Rispondi stefania 26 febbraio 2016 at 21:15

      Buona serata a te Giulia e grazie per essere passata 🙂

  • Rispondi Emmettì 26 febbraio 2016 at 22:36

    Cara Stefy, non ti nascondo che leggere questo tuo post di oggi mi emoziona… :-)))))))
    Sono felice che non hai permesso ai momenti di poco entusiasmo ed al poco tempo con cui abbiamo sempre a che fare , di abbandonare questo tuo spazio, dove è sempre bello passare per gustare ottime ricette e scatti meravigliosi!

    Quel che posso dirti come augurio è una parola sola: GRAZIE!
    Un caro abbraccio ed un sorriso! :-))

    • Rispondi stefania 27 febbraio 2016 at 8:58

      Maria Teresa grazie a te per quello che mi scrivi, mi fa un immenso piacere!! Un bacio!

  • Rispondi Gabila 27 febbraio 2016 at 8:47

    Auguri Stefy, sei una donna che la sa lunga ed era inevitabile avere successo!!! Questa ciambella è geniale!!!!!! Sto già pensando gli ingredienti, vedi tu!!!

    • Rispondi stefania 27 febbraio 2016 at 8:53

      Grazie Gabi!!! Sai che tengo molto in considerazione le tue opinioni. Ti mando un bacio 🙂

  • Rispondi Paola 29 febbraio 2016 at 0:18

    Io ti ho scoperta da poco e, silenziosamente ti seguo, osservando i passi che muovi e incantandomi di fronte alle foto delle ricette che proponi. Incuriosita dal nome del blog (che è il nome del mio coniglietto) mi sei stata subito simpatica. Buon compleanno per il tuo blog e auguri per quel percorso fatto di sassolini messi uno davanti l’altro, per costruire una strada che ci faccia stare bene

    • Rispondi stefania 29 febbraio 2016 at 8:49

      Grazie Paola per quello che hai scritto, sono contenta di aver suscitato la tua curiosità. Buona giornata a te e al tuo coniglietto 🙂 a presto!

  • Rispondi lucy 29 febbraio 2016 at 7:49

    buon blog compleanno con uan torta senza troppo fronzoli con una sorpresa all’interno! direi come il blog, una continua sorpresa”””

    • Rispondi stefania 29 febbraio 2016 at 8:51

      Ciao Lucy, del resto Pasqua è vicina… Grazie e buona giornata!

  • Rispondi Maddy 29 febbraio 2016 at 10:40

    Cara Stefy, ti faccio tanti auguri per questo bel traguardo davvero meritato…Capisco i momenti difficili, quelli nei quali vorresti mandare a quel paese tutto e tutti, li conosco bene e spesso ci casco anch’io…poi pero’ penso che senza ormai senza cucina e macchina fotografica non potrei stare, penso a quanto sono nervosa quando piove e non posso fare niente…penso all’entusiasmo che mi ha avvicinato alla cucina e a quanto sono felice e rilassata nel mio mondo fatto di ingredienti e padelle….non possiamo sfuggire a questo….con blog e senza blog! Ti auguro di trarre da qui, ancora tanta, ma tanta soddisfazione…un abbraccio!

    • Rispondi stefania 29 febbraio 2016 at 11:04

      Cara Maddy, hai ragione, oramai siamo intrappolate da padelle e macchina fotografica… Siamo quelle che invece di andare a rilassarsi in una spa preferiscono impastare una focaccia! Ti ringrazio tanto e ti abbraccio!

    Lascia un commento