Filoncini sfiziosi alle olive e con pomodori secchi & salvia

11 novembre 2015
_MG_4851a

Se vi piacciono quei panini deliziosi che si trovano in alcune panetterie e avete voglia di provare a prepararli con le vostre manine, dovrete semplicemente seguire questa ricetta. Io ne ho fatte due versioni utilizzando lo stesso impasto di base e arricchendolo con due farcie differenti, la variante con i pomodori secchi e la salvia è una mia idea. Ditemi voi quale preferite…

Filoncini sfiziosi alle olive e con pomodori secchi & salvia
per 16 panini

impasto base:
200 g di semola 
200 g di farina tipo 2
100 g di farina di mais fioretto
320 g circa di acqua a temperatura ambiente
40 g di olio extravergine d’oliva
10 g di lievito fresco (o 4 g di lievito naturale attivo disidratato)
10 g di miele non pastorizzato (o di malto di riso)
6 g di sale marino integrale
semola q.b. per formare i panini
alle olive:
120 g di olive taggiasche denocciolate (o verdi se preferite)
ai pomodori secchi e salvia:
8 metà di pomodori secchi (ammorbiditi in acqua, strizzati e tagliati in pezzetti)
8 foglie grandi di salvia fresca tritata al momento

_MG_4849a
1. In una ciotola capiente disponi le farine e il sale, poi mescola fra loro tutti gli ingredienti secchi. Metti il lievito e il miele in una caraffa, aggiungi l’acqua e mescola bene finché si sciolgono.
2. Versa l’acqua con il lievito sugli ingredienti secchi e amalgama bene con un mestolo o una forchetta fino a quando avrai un impasto che sarà abbastanza morbido ed appiccicoso. Copri la ciotola e lascia riposare per 15 minuti.
3. Dopo il riposo lavora l’impasto, lasciandolo nella ciotola, in questo modo: tira un lembo dell’impasto e ripiegalo verso il centro, ruota leggermente la ciotola e ripeti quest’operazione per 9 volte. Lascia riposare per altri 15 minuti.
4. Aggiungi l’olio e impasta come spiegato prima (punto 3) fino. Poi dividi il composto in due parti dello stesso peso e incorpora in una le olive denocciolate e nell’altra i pomodori secchi e la salvia. Lavora i due impasti separatamente fino a quando le farcie saranno ben incorporate. Copri con due ciotole e lascia riposare per 15 minuti.
5. Lavora nuovamente i due impasti come al punto 3, copri con le ciotole e fai riposare per 15 minuti.
6. A questo punto avrai ottenuto una pasta più consistente ed omogenea. Ripeti il punto 3, copri con le ciotole e fai riposare per 1 ora. (In sostanza, nell’arco di un’ora, dovrai impastare per 4 volte con intervalli di 15 minuti tra una lavorazione e l’altra).
7. Trascorsa l’ora di riposo infarina il piano da lavoro e disponi i due impasti. Appiattiscili con le dita fino ad avere due rettangoli alti un paio di cm. Taglia ogni rettangolo in 8 strisce, poi arrotola e allunga ogni porzione dandogli la forma di un piccolo filone.
8. Trasferisci i panini sopra una teglia rivestita con carta forno, coprili con un telo infarinato e lascia lievitare fino al raddoppio (1 ora o più, dipende dalla temperatura ambiente).
9. Scalda il forno a 240°C e quando avrà raggiunto la temperatura disponi sul pavimento del forno un pentolino con due dita d’acqua (servirà a creare vapore così la crosta risulterà fragrante ma non dura). Inforna i panini e abbassa la temperatura a 220°C. Cuocili per 15/20 minuti o fino a quando saranno ben dorati. Una volta cotti falli raffreddare sopra una griglia. Servili tiepidi.

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

10 Commenti

  • Rispondi lucy 12 novembre 2015 at 7:37

    assolutamente uno spettacolo! voglia di addentare il filoncino ora!!

    • Rispondi stefania 12 novembre 2015 at 10:00

      Lucy prendine quanti ne vuoi! Ciao e grazie

  • Rispondi arianna 12 novembre 2015 at 8:56

    Davvero sfiziosi, adoro quelli del mio fornaio e allora perchè non mettermi a farli? Grazie della ricetta (anzi, delle ricette!!)

    • Rispondi stefania 12 novembre 2015 at 10:02

      Ciao Arianna, prego. Fammi sapere…

  • Rispondi Emmettì 12 novembre 2015 at 15:57

    Ciao Stefania! :-)))))))
    Quale preferisco io?? Tutti e due, of course!

    Questi filoncini entrano dritti dritti nella top ten delle cose da fare prima di subito :-))))))
    Mi sembrano anche un’ottima idea per le prossime tavolate in vista delle festività natalizie; potrebbero fungere da carinissimi segna posto oppure esser messi a mo’ di centro tavola in un bel cestino decorato a tema 😉 😉

    Grazie per averli condivisi e per le bellissime foto di sempre!
    Un felice pomeriggio cara! :-*

    • Rispondi stefania 12 novembre 2015 at 17:15

      Ciao Maria Teresa! Bella l’idea dei segnaposto… Grazie a te e buona serata 🙂

  • Rispondi paola 13 novembre 2015 at 7:13

    Io li prendo entrambi,bravissima e grazie per la golosa condivisione

    • Rispondi stefania 15 novembre 2015 at 9:14

      Fai pure Paola, grazie a te. Buona domenica

  • Rispondi Erica Di Paolo 13 novembre 2015 at 9:28

    Solo a leggere le farine utilizzate avverto quella sensazione rustica meravigliosa. Con queste aromatizzazioni, poi….. che prelibatezza! Bravissima Stefania.
    Un bacione.

    • Rispondi stefania 15 novembre 2015 at 9:15

      Erica ciao, io devo ancora fare la tua super piadina! Ti farò sapere… Un bacio e grazie!

    Lascia un commento