abbiamo riso per una cosa seria…

14 maggio 2015
IMG_4479b

IMG_4461b

Cosa può rendere una donna, una mamma, davvero felice? 
Una pietra rara? Un paio di scarpe dal tacco vertiginoso? Un banale vestito firmato? 
No, non è nulla che si possa comperare, nulla che abbia un prezzo. 
E’ semplicemente il sorriso del proprio bimbo, quello che illumina il suo piccolo viso quando sta bene, quando è sereno e non sta soffrendo.

Una breve riflessione per introdurre il post che oggi, e nei prossimi giorni, troverete qui da me. Uno spazio dedicato alla presentazione di un’iniziativa lodevole: ABBIAMO RISO PER UNA COSA SERIA. Marina Lovato di ProgettoMondo Mlal mi ha chiesto se potevo condividere la notizia relativa a questo evento e io l’ho fatto più che volentieri! Di cosa si tratta?

Riporto integralmente il testo della campagna che ha come programma l’obiettivo di ridurre il tasso di malnutrizione cronica in Burkina Faso. La campagna è stata promossa da FOCSIV e da ProgettoMondo Mlal .

“L’agricoltura familiare rappresenta il fondamento di ogni processo di sviluppo territoriale, basato sui modelli contadini del lavoro, sulle relazioni con il territorio, sulla coltivazione delle risorse piuttosto che sul loro massimo sfruttamento.
Inoltre l’agricoltura familiare costituisce anche la risposta più sostenibile ed efficace alla fame e alla malnutrizione di intere comunità, con il conseguente miglioramento della qualità della vita, della salute, dell’educazione e dell’istruzione, nonché della condizione della donna.
Su questo assunto è costruita la campagna FOCSIV “Abbiamo Riso per una cosa seria. La fame si vince in famiglia”, e con questa convinzione ProgettoMondo Mlal, socio FOCSIV, aderisce e promuove la campagna sui propri territori a sostegno del programma “Mamma!” in Burkina Faso.

Il Programma “Mamma”:

  • Lavora nei singoli villaggi attraverso operatori di salute appositamente formati che coinvolgeranno leader e personalità locali per sensibilizzare la popolazione

  • Costituisce gruppi di mamme che insegnano a riconoscere i casi di malnutrizione e a cucinare pappe nutrienti con prodotti locali che curano la malnutrizione

  • Coinvolge il villaggio nell’identificazione della malattia. La comunità partecipa così alla ricerca del problema e alla costruzione della soluzione.

Con la vostra donazione, in cambio di un pacco di riso italiano Arborio della Filiera agricola italiana sosterrete:

i gruppi di mamme di 552 villaggi perché formino altre giovani madri;

184 Centri di salute perché organizzino uno screening della malnutrizione

In concreto sarà possibile curare altri 600 mila bambini malnutriti e le loro madri.
Già da 3 anni, ProgettoMondo Mlal, è infatti al fianco delle mamme e dei loro bambini (da 0 a 5 anni) di 3 regioni del Burkina Faso (Cascades, Haut Bassins e Sud Ouest) dove il tasso di malnutrizione cronica (38,8%) è tra i più elevati del Paese.

E grazie al proprio approccio metodologico e all’impegno di operatori ed equipe locale, nei primi 3 anni il Programma “Mamma!” ha già dimezzato il tasso di malnutrizione nella regione di Cascades”.

Dove si trovano i banchetti che distribuiscono i pacchi di riso:

Verona e provincia nei mercatini a chilometro zero della Coldiretti (il 16 a Borgo Roma e piazza Isolo, e il 17 a Santa Lucia); il 17 maggio dalle 9 alle 17 alla Straverona in piazza Bra; il 16 maggio nella Farmacia Borgo Milano, nella libreria Pagina 12 in corte Sgarzerie, nel panificio Pioppa in via Scuderlando, nella parrocchia di Marcellise a San Martino Buon Albergo.
Vicenza il 16 e il 17 maggio in piazza Matteotti e il 16 maggio al mercatino di Campagna Amica in via Pasubio aMalo.
Crema il 17 maggio al mercato campagna Amica in via Verdi e nelle parrocchie di Casoli, San Colombano al Lambro, Cavenago D’Adda, Borghetto Lodigiano; nonché nelle principali parrocchie di Piacenza.
Salorno il 16 maggio in via Trento e il 17 maggio nella parrocchie S.Andrea e S. Orsola. Il 16 maggio alla festa Terza di Maggio a Volano.
Bolzano il 16 e il 17 maggio in piazza Gries. A Rovereto il 17 maggio alla parrocchia di Lizzana e in quella Borgo Sacco e a Nogaredo.
Il 16 maggio in Brianza, al mercato di Casatenovo e il 17 maggio nelle parrocchie anche di Rogaredo, Galgiana e Valperta.
In Liguria, nelle principali parrocchie di Genova Ad Imperia il 16 maggio nel negozio Ramella e Filliè. Il 16 e il 17 maggio in piazza Dante, nella parrocchie di San Maurizio, San Giovanni, Frati Minimi e in quella di Cristo Re a Borgo San Moro.
Infine, in Piemonte, nelle parrocchie di Torino e il 17 maggio a Savigliano alla Fiera Quintessenza e al Bar Etico diAlba, e ad Aosta nella cooperativa Mont Fallere della frazione di Arensod.

 IMG_4460b

IMG_4477b

 IMG_4469b

 


… e per concludere la mia ricetta, semplice veloce e nutriente.

Riso integrale con piselli e pomodori secchi al profumo di limone
per 4
Sciacquate 250 g di riso integrale (io Basmati).
Lessatelo in acqua leggermente salata pari al doppio del suo volume. Mettete in una pentola due cucchiai d’olio extravergine d’oliva, un cipollotto affettato, 300 g di piselli freschi e 2 pomodori secchi tagliati a striscioline con le forbici più un pizzico di sale. Chiudete con il coperchio e fate stufare a fuoco medio per una decina di minuti  fino a quando i piselli saranno teneri, se serve aggiungete poca acqua bollente. 
In una ciotola trasferite il riso e unite i piselli, mescolate bene e poi distribuite in ciotoline individuali. Completate con una bella spolverata di buccia di un limone non trattato, grattugiato al momento, e pepe se vi piace.
Un caro saluto da Pepi e mi raccomando… segnatevi le date sull’agenda! 


 

foto.PNG 

 Abbiamo RISO per una cosa seria

16 e 17 Maggio nelle principali piazze italiane troverete il riso della Coldiretti

Vi potrebbero interessare

2 Commenti

  • Rispondi lucy 15 maggio 2015 at 7:42

    hai perfettamente ragione, nulla ti riempie di più il cuore che il riso del tuo bimbo, quelle mani felici e quella complicità anche solo alle volte per creare una foto o una ricetta

  • Rispondi Giovanna 20 maggio 2015 at 12:26

    Ciao Stefania, quale miglior incentivo a partecipare ad una buona iniziativa delle mani di una bambina? Quando pensiamo ai bambini, ai figli, ci sentiamo tutti sulla stessa barca (traballante come quella dei migranti) anche se siamo a migliaia di chilometri gli uni dagli altri. E poi anche sostenere il riso italiano, purtroppo anche quello in crisi, tanto per non farci mancare niente. Mi è tornato in mente “Riso amaro”, il capolavoro sulle mondine. Beh, la smetto qui se no non finisco di parlare. Grazie per questo post. A presto, Giovanna

  • Lascia un commento