vorrei…

15 maggio 2014
14003587900_c9bbf3f818_b
Quante cose vorrei fare e continuo a rimandare. Quanti impasti, nuove ricette, vorrei provare. Nuovi libri da leggere, nuove pagine da sfogliare (non sto cercando la rima…). Nuovi sentieri dove camminare, nuovi cieli da scrutare. Nuove parole da ascoltare.
Il mio blog soffre di nostalgia, vorrebbe che gli dedicassi più tempo e lo vorrei anch’io. Per ora vi lascio questa ricetta e spero di tornare presto a coccolare le vostre papille gustative.
Ciaociao

Zuppa di pesce con cous cous
Per 4 persone

per la zuppa:
300 g di filetti di scorfano
350 g di orata
350 g di nasello
1 porro
2 spicchi d’aglio
300 g di polpa di pomodoro
4 stimmi di zafferano
700 g di acqua bollente
qualche fogliolina di timo
un ciuffo di prezzemolo
mezzo peperoncino rosso privato dei semi
sale marino integrale
pepe macinato al momento
per il cous cous:
100 g di cous cous precotto
150 g di acqua

Un consiglio: chiedi al pescivendolo di squamare ed eviscerare il pesce conservandone la testa. Se usi il pesce intero la zuppa sarà più gustosa. Ma se hai poco tempo puoi farti sfilettare il pesce, la zuppa sarà buona comunque.
1. Trita insieme porro, uno spicchio d’aglio, peperoncino e timo. Lava bene il pesce sotto l’acqua corrente.
2. Fai scaldare quattro cucchiai d’olio in una pentola capace e unisci il battuto. Lascia imbiondire poi aggiungi la polpa di pomodoro e lo zafferano. Cuoci per un paio di minuti e unisci anche l’orata e il nasello interi. Copri con l’acqua bollente.
3. Quando il nasello e l’orata sono morbidi, dopo circa 8 minuti, toglili dalla pentola. Spolpali con le mani togliendo tutte le lische e rimetti nella pentola.
4. Fai cuocere ancora per 10 minuti, poi riduci metà della zuppa in crema con il frullatore ad immersione e regola di sale. Unisci anche il filetto di scorfano tagliato a pezzetti e cuoci per altri 7 minuti.
5. Prepara il cous cous. Fai bollire l’acqua con un pizzico di sale. Unisci il cous e copri con il coperchio. Lascia passare 6 minuti poi sgrana con la forchetta.
6. Distribuisci la zuppa nei piatti e aggiungi il cous cous. Completa con un filo d’olio a crudo. Porta in tavola.

(ricetta pubblicata su A Tavola tempo fa)

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

26 Commenti

  • Rispondi Lara Bianchini 15 maggio 2014 at 9:31

    anche io soffro di questa sindrome del vorrei, ogni tanto mi chiedo se riuscirò mai a fare tutto quel che vorrei o se dovrò andarmene con un sacco pieno di rimpianti… rimpianti belli ma pur sempre rimpianti. Una zuppa favolosa, da rubare!

    • Rispondi Stefania Zecca 15 maggio 2014 at 12:44

      Lara spero proprio che il tuo sacco, che potrebbe essere anche il mio, si svuoti invece di riempirsi! Forza, ce la possiamo fare!

  • Rispondi Miu Mia 15 maggio 2014 at 9:49

    E noi ti aspettiamo!
    Intanto prendo un cucchiaio! ^_^

    ps. Ho sempre voluto dirtelo, ma poi li dimentico: i tuoi piatti sono favolosi… i piatti, le ceramiche, insomma i “contenitori”! Non so se siano di tua produzione o meno, ma nelle foto danno sempre quel tocco originale che non stanca! 🙂

    • Rispondi Stefania Zecca 15 maggio 2014 at 12:48

      Sì, i piatti e le ciotole li faccio io con le mie zampette. Grazie… Di zuppa prendetene pure quanto vi garba 🙂

  • Rispondi Maria Teresa 15 maggio 2014 at 11:13

    Vorrei…
    raggiungerti e chiederti di prepararmi una ciotolina (ma anche due eh???) di questa prelibatezza!!!

    Poche cose mi fanno impazzire come il cous cous…!!!

    Meravigliosa ricetta, meravigliosa realizzazione, meravigliosa foto!!!
    Grazie per questa squisita condivisione e cerca di non far sentire troppo la tua mancanza…!
    Torna presto a coccolarci… :))))))))))

    Un caro saluto :*

    • Rispondi Stefania Zecca 15 maggio 2014 at 12:51

      Caspiterina quanti “meravigliosi” ho collezionato con il tuo commento! Grazie, vedrò di fare il possibile 🙂

  • Rispondi Chiara Setti 15 maggio 2014 at 12:22

    che spettacolo questa zuppa!!! mio marito va matto di pesce, devo fargliela! 😉 un bacio

  • Rispondi Monique Miel E Ricotta 15 maggio 2014 at 12:42

    Tu la zuppa, io il semi-gulash…mi sembra autunno invece che quasi estate! Buonissima!!

    • Rispondi Stefania Zecca 15 maggio 2014 at 12:54

      … E magari accendiamo anche il camino. Grazie Monique 🙂

  • Rispondi Roberta Morasco 15 maggio 2014 at 14:03

    Stefy anch’io ho questo problemino…e soprattutto ultimamente…tante cose che ‘vorrei’ fare e poco tempo per seguirle, finirle, iniziarle…
    Vabbè passami un piattino di zuppa và che oggi fa pure freschino e me la mangio taaaanto volentieri 😉
    Segnata!! Il cous cous insieme mi piace troppo!!!
    Un abbraccio!

    • Rispondi Stefania Zecca 17 maggio 2014 at 8:41

      Ecco Roby, ci siamo ritrovate! Te lo passo, l’hai preso? Grazie, baciotti

  • Rispondi Arianna Frasca 15 maggio 2014 at 15:46

    Vedrai che il tempo arriverà, noi ti aspettiamo fiduciosi ^^
    E questa ricetta è consolatrice e… meravigliosa!

  • Rispondi Ely Valsecchi 16 maggio 2014 at 12:49

    Vorrei… Sai che anche io ho pensato un post così? E’ li nelle bozze e aspetta di essere postato :-), ora vorrei solo che arrivasse luglio, in quel periodo mi trasferisco in campagna nonostante il lavoro e mi sento già in vacanza…. E invece siamo qui, con la scuola che sta per finire, tante iniziative da fare…. Insomma il tempo non basta mai…. Un zuppa di pesce elegante, gustosa e con quel sughetto sicuramente alla fine si “puccia”! Un abbraccio

    • Rispondi Stefania Zecca 17 maggio 2014 at 8:49

      Ely hai ragione, non basta mai… Forse perché inseguiamo troppi sogni. Basterebbe averne qualcuno in meno, vero? Forza! Un bacione

  • Rispondi Mimma e Marta 18 maggio 2014 at 16:35

    Il tempo ci sfugge troppo facilmente, vorremmo fare mille cose, ma riusciamo a farne davvero poche…quindi perché non coccolarsi così? 🙂 Questo è vero e proprio comfort food!

    • Rispondi Stefania Zecca 19 maggio 2014 at 19:21

      Sì, e noi a correre come delle matte per acchiapparlo! Grazie ragazze

  • Rispondi Roberta | Il senso gusto 18 maggio 2014 at 19:37

    Cara Stefy, dobbiamo ma dobbiamo incontrarci… scommetto che potremo parlare per una settimana di fila. Sei bravissima 🙂

  • Rispondi Giovanna Lombardi Gourmandia 19 maggio 2014 at 13:47

    Cara Stefania, se i post che pubblichi sono così belli e ricchi, possiamo dire che valgono per 10? Sì, è come se ne avessi pubblicati 10. Un abbraccio, Giovanna

  • Rispondi Miky 20 maggio 2014 at 15:13

    Cara Stefania, come ti capisco… Anch’io vorrei, vorrei, vorrei…
    Oggi sono riuscita a pubblicare un post dopo quasi due mesi 🙁
    Un bacio e tranquilla, noi ti aspettiamo 😉
    Miky

  • Rispondi Stefania Zecca 23 maggio 2014 at 7:29

    Ciao Miky, io invece rispondo sempre in ritardo! Grazie e buona giornata 🙂

  • Rispondi Chiara c. 23 maggio 2014 at 11:06

    vorrei, vorrei…
    nuovi libri, nuovi sentieri, nuove ricette…che bello questo post cara!
    bacio grande

    • Rispondi Stefania Zecca 26 maggio 2014 at 9:54

      Grazie Chiaretta e perdona il mio ritardo cronico nel rispondere!

    Lascia un commento