Un viaggio immaginario

12 marzo 2014
13103150453_1308437333_c
 
Immagino spezie tingere mani di mercanti. Donne indossare sari leggeri dai colori sgargianti. Immagino volti ambrati che irradiano luce, occhi neri come la pece, il vociare intenso di bambini che corrono a piedi nudi sulla terra battuta. 
Il profumo del pane abbrustolito nei tandoor, gli effluvi di zuppe dense e cariche di aromi sollevarsi in nuvole leggere ed avvolgere strade e case…
 

Il contest di Monique, donna vulcanica, simpaticissima e solare, mi ha spinto in direzione della cucina indiana. 
Per gustare i loro piatti prelibati gli indiani usano le mani, non le posate. Sono degli esperti in materia di finger food.

La cucina indiana, forse per la creatività che la contraddistingue o per l’uso di tante spezie variopinte, emana un calore incredibile. 
E’ una cucina che si adatta al ritmo delle stagioni e che lega armonicamente tra loro distinti sapori. 
Esercita su di me una tale attrazione che ho in progetto di studiarla più a fondo e magari costruirmi un forno tandoor. Servono argilla, un po’ di pratica e molta pazienza.

Mi piacerebbe provare a cuocere il pane alla maniera indiana.
Voglio complicarmi la vita? Sì, se è possibile!

Ora vi lascio in compagnia della ricetta. Dimenticavo… ricordate di mangiare i pancake con le mani.
Ecco Monique, spero che ti piaccia.

 
 
 
Ho preparato una zuppa di fagioli ed orzo e dei pancake di riso. Non ho esagerato con le spezie perché vanno “capite” e bisogna introdurle un po’ per volta.
 

 
zuppa di fagioli con pancake di riso.
per 8 
 
la zuppa:
200 g di fagioli con l’occhio
150 g di orzo mondo
1 cucchiaino da caffè di semi di cumino
1 piccola cipolla tritata
2 bacche di cardamomo verde (i semi)
1 cucchiaino da tè di zenzero fresco tritato
1 cucchiaino da caffè di semi di coriandolo
1 cucchiaino da caffè di pepe nero in grani
2 cucchiai di passata di pomodoro
150 g di acqua bollente
sale integrale marino q.b.
olio extravergine q.b.
 
Dopo averli ben sciacquati mettete i fagioli e l’orzo in ammollo per almeno 12 ore.
Il giorno seguente scolateli. Trasferiteli in una pentola, copriteli abbondantemente d’acqua e fate cuocere a fuoco dolce per 1 ora e 30 minuti o più e poi scolate. Tritate con un macina caffè, o pestate nel mortaio fino a ridurli in polvere, i semi di cardamomo, coriandolo e i grani di pepe.
In una pentola scaldate 2 cucchiai d’olio con i semi di cumino. Unite la cipolla, lo zenzero e fate stufare. Aggiungete la polvere di spezie e poco dopo l’acqua bollente e la passata di pomodoro. Fate bollire per un minuto, unite anche i fagioli e l’orzo. La zuppa dovrà cuocere per una mezz’ora circa, fino a quando si sarà addensata. Poco prima di spegnere regolate di sale.
 
 
 
 
 
 
pancake:
125 g di riso basmati
100 g di yogurt 
100 g circa di acqua
60 g di farina di semola
1 scalogno tritato
1 cucchiaino d’olio
1 pizzico di semi di cumino
1 pezzettino di peperoncino rosso piccante
1 pizzico di sale integrale marino
olio extravergine q.b.
 
Lasciate il riso in ammollo per almeno 2 ore. Scolatelo e frullatelo fino a ridurlo in poltiglia. Aggiungete, sempre nel frullatore, scalogno, olio, farina, cumino, peperoncino, sale e yogurt. Frullate fino ad avere una consistenza liscia e omogenea. Aggiungete un po’ alla volta l’acqua.
Dovrete avere una consistenza simile alla pastella per le crêpes.
Trasferite in una ciotola e fate riposare per almeno un ora.
Per preparare i pancake prendete una padella antiaderente, di circa 15 cm di diametro, o una con fondo pesante. Ungetela bene e scaldatela. Versate un mestolino di pastella e distribuitelo su tutto il fondo della padella. Fate cuocere a fuoco medio 2 minuti circa per lato, finché sarà dorato. Trasferitelo in un piatto e proseguite con la cottura degli altri pancake.
 
Come servirli?
Mettete una cucchiaiata di zuppa calda sul pancake, piegatelo come preferite e addentate.
 
 

 

 

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

12 Commenti

  • Rispondi Ileana Pavone 12 marzo 2014 at 13:48

    Eccolo il pane che mi dicevi ieri 🙂
    Mi piace tutto, il profumo delle spezie, la zuppa di fagioli, l’idea di mangiar tutto con le mani…
    Brava come sempre Stefy :*

  • Rispondi Miky 12 marzo 2014 at 14:20

    Grazie al contest di Monique sto scoprendo delle ricette meravigliose e originali 😉
    Un bacio
    Miky

  • Rispondi Memole 12 marzo 2014 at 15:56

    Ma che bella ricettina!!!

  • Rispondi paola 12 marzo 2014 at 16:48

    bella la ricetta fantastiche le foto, complimenti carissima

  • Rispondi Vaty ♪ 12 marzo 2014 at 17:46

    avevo provato questa forma di pancake indiana un pò di tempo fa e ricordo il gradevole sapore che aveva! leggendo i tuoi ingredienti, mi sembra proprio fattibile, sai?
    quanto alla proposta e al viaggio immaginario.. che dire, che mi faccio trasportare ben volentieri in mezzo a queste spezie e meraviglie 🙂

  • Rispondi Ale 12 marzo 2014 at 21:40

    stefy ma che meraviglia questa ricetta che profuma di lontano! le foto sono meravigliose come sempre e la ricetta mi affascina tantissimo! complimenti cara!

  • Rispondi Ely Valsecchi 13 marzo 2014 at 12:23

    Adoro la cucina Indiana, i colori i profumi e questa ricetta è davvero meravigliosa, mi incuriosiscono molto i pancake al riso, proverò a farli e a creare un piatto indiano e profumato! Un bacione

  • Rispondi Ale 13 marzo 2014 at 16:35

    Bellissima ricetta! Mi farebbe molto piacere se passassi dal mio blog: http://golosedelizie.blogspot.it/
    ti aspetto ^_^

  • Rispondi Emanuela Martinelli 17 marzo 2014 at 10:17

    Ciao tesoro, ti assicuro che con il tuo racconto e la tua ricetta hai fatto fare un viaggio bellissimo anche a noi! Sei stata bravissima, mi piace tantissimo la tua proposta!! Un abbraccio Manu

  • Rispondi Federica Musilli 18 marzo 2014 at 6:23

    Stefania, le foto parlano da sole e il viaggio l’ho fatto anche io!!!!
    Complimenti x scatti e ricetta.
    Sto facendo un sondaggio, che macchinetta fotografica hai?
    E poi che dici di scambiarci un contatto telefonico????
    Un kiss grande

  • Rispondi sississima 21 marzo 2014 at 17:52

    una ricetta very indian style! Un abbraccio SILVIA

  • Rispondi per scaldarsi un po’… – Le ricette di Pepi 28 gennaio 2015 at 15:39

    […] 21 novembre 2014 Quando sono da sola a pranzo raramente cucino per me, perché, ormai da tempo, cucino per poi fotografare e così assaggio, quasi sempre in piedi, quello che sto preparando (…e sono convinta di essere in buona compagnia, questo è il mondo delle food blogger o no?). Ogni tanto però sento la necessità di ritornare ad una parvenza di normalità. Mi ricordo che in casa ho almeno una sedia su cui stare comoda e un tavolo sul quale appoggiare la minestra. In autunno, approfittando del fresco, ogni giorno una zuppa di verdure, di legumi o di cereali è sul fuoco a sobbollire con calma.  Anche se ho pochi ingredienti mi arrangio in qualche modo e cerco di avere sempre in frigo una bella zucca polposa e dolce. La zucca non mi stanca mai e mi piacciono tutte le variazioni sul tema. Per me e per voi questa crema che resta una delle mie preferite, con o senza formaggio. Crema di zucca & pancake per 2 per la crema 500 g di zucca pulita  1/2 l d’acqua calda 1 scalogno 1 piccola costa di sedano 1 cucchiaino da caffè di semi di cumino dei prati 1 cucchiaino da caffè di curcuma 70 g di formaggio (a scelta tra caprino fresco, taleggio, formaggio erborinato o quello che preferite…) 2 cucchiaini da tè di yogurt intero olio extravergine d’oliva q.b. sale marino integrale q.b. per i pancake leggete qui  […]

  • Lascia un commento