Un risotto un po’ all’indiana…

13 ottobre 2013
10244557226_517025114d_c
Da tre settimane il cielo è grigio. Ogni tanto le nuvole si prendono qualche brevissima pausa e si ha la fortuna di intravedere un fazzoletto di azzurro.
Quasi sempre riesco a trovare un rimedio ricorrendo a quella che, chiamo per gioco, cucina-cromo-terapia e così posso tenere a bada la malinconia autunnale.
Oltre che facendosi delle scorpacciate di cioccolata si può allietare il proprio animo attraverso l’energia che emanano le spezie con i loro magici e solari colori. Fatevi conquistare da curcuma e zafferano e non riuscirete più a farne a meno.
 
Leggendo un libro di cucina indiana non si può non essere rapiti dalle calde tonalità delle ricette.
Da tempo stavo meditando di provare a preparare qualcosa a tema e così ispirata dalla sinfonia di profumi e sapori che questa cucina ha la capacità di esprimere ho deciso di partire dal riso.

Le spezie vanno conosciute e se usate con parsimonia danno vita a delle ricette armoniose. Non ho mai assaggiato l’autentica cucina indiana, intendo quella di casa e non dei ristoranti, e così mossa dalla curiosità verso cucine diverse dalla nostra ho intrapreso questo viaggio di scoperta che credo mi appagherà molto. Se qualcuno di voi ha un suo bagaglio di esperienza in merito mi piacerebbe davvero condividerlo.
Per voi oggi questo risotto profumato come se fosse un piccolo raggio di sole.


 un risotto un po’ all’indiana

per 2
180 g di riso Vialone nano
1 scalogno
Olio extravergine d’oliva
Mezzo bicchiere di vino bianco secco
12 cucchiaino di semi di cumino
6 stimmi di zafferano
12 cucchiaino di curcuma
Pepe in bacche miste
2-3 cm di zenzero fresco
700 g di acqua bollente
200 g di champignon
1 spicchio d’aglio
Sale marino integrale qb
 
Tritate lo scalogno e fatelo rosolare in padella con due cucchiai d’olio e tutte le spezie ad esclusione dello zenzero. Unite il riso e fatelo tostare poi aggiungete il vino e sfumate.
In un’altra padella scaldate un cucchiaio d’olio con lo spicchio d’aglio schiacciato, poi unite i funghi mondati e tagliati a fette.
Coprite, fate cuocere per due minuti a fuoco vivace e regolate di sale.
Aggiungete poca acqua per volta al riso, circa un mestolo, e solo quando la precedente è stata assorbita. Muovete la padella o mescolate il risotto con un mestolo per non farlo attaccare. Quando mancano quattro minuti circa a fine cottura, unite i funghi e lo zenzero grattugiato. Servitelo in due belle ciotole.
Non ho aggiunto altro olio e nemmeno formaggio perché non volevo coprire la delicatezza del piatto.
Un caro saluto. 

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

9 Commenti

  • Rispondi lili 13 ottobre 2013 at 15:25

    mi sta venendo la fame e un po che non preparo del riso buona ricetta la tua complimenti un bacio lili

  • Rispondi Valentina 13 ottobre 2013 at 18:53

    Ciao Stefania 🙂 La cucina – cromo terapia fa miracoli, confermo 😉 Adoro la curcuma, l’ho scoperta da poco e mi piace tantissimo. Salvo la tua ricetta, questo riso è a dir poco invitante! Un abbraccio e complimenti, buona serata :**

  • Rispondi Francesca P. 13 ottobre 2013 at 19:23

    Le spezie sono ormai parte integrante della mia cucina, non ne faccio più a meno. Amo “personalizzarle”, giocarci, unirle anche un pò a sorpresa, spiazzando la tradizione… 🙂 Perchè, come dici tu, ben dosate arricchiscono davvero tutto, dolci compresi… coi risotti si crea un mix cremoso e profumato che amo anche io, quel colore giallo invita a tante cenette rilassate e calde mentre fuori l’autunno fa le capriole…

  • Rispondi Babe - La Cucina di Babe 14 ottobre 2013 at 9:27

    Risotto e zafferano. Ciao sono tua.
    Sono curiosa davvero soprattutto per l’aggiunta degli aromi come curcuma e cumino.
    Proverò presto visto che ho tutto.
    Un abbraccio bella donna.
    P.s. ci sarai al raduno di Milano?

  • Rispondi Roberta 14 ottobre 2013 at 10:52

    Adoro le spezie, proprio ieri mi è preso il raptus di sistemare pensili e scaffali, e non ti dico quanti barattoli e scatole di varia foggia ho risistemato, e dentro c’era il mondo sotto forma di polverine di tutti i colori e di tutti gli aromi………è stato come fare un breve viaggio intorno al mondo! Ricetta ottima!
    un abbrccio!

  • Rispondi Roberta | Il senso gusto 14 ottobre 2013 at 12:25

    Ciao Stefi, questa ricetta l’ho già fatta mia adorando le spezie (mi sono appena fatta portare a casa dall’India un po’ di spezie).
    Se è vero che l’autunno ha i cieli grigi, ci permette di mangiare tante cose buone e di accendere il forno… che dici? Lo possiamo sopportare? 🙂
    un abbraccione

  • Rispondi Chiarapassion 15 ottobre 2013 at 8:41

    Portare il sole nel piatto è una cosa bellissima e tu ci sei riuscita alla grande. Mi piacciono sia la curcuma che lo zafferano quindi non mi resta che provare il tuo risotto.
    Un abbraccio
    Enrica

  • Rispondi Elisa 15 ottobre 2013 at 15:47

    Hai ragione: la cromoterapia è proprio ciò che ci vuole in queste giornate fredde e autunnali 🙂 Splendido risotto 🙂
    Un bacione mia cara!

  • Rispondi Stefania Zecca 16 ottobre 2013 at 10:07

    Grazie a tutte, siete sempre con me! Un abbraccio!

  • Lascia un commento