Inno alla gioia.

16 ottobre 2013
IMG_5163
 Oggi commetto un peccatuccio, riciclo un post di un anno fa.
Perché?
Perché oggi è la Giornata mondiale dell’Alimentazione e mi sembrava doveroso condividere questo evento.
Perché con un post riciclato?
Leggete e lo scoprirete da voi il perché…
 
 
“Mamma guarda ho scritto una ricetta sul tuo libro di cucina!!!”
Mi giro e noto sulle pagine del Cucchiaio d’argento dedicate alle ricette personali dei bei ghirigori variopinti. “Sì mami l’ho scritta proprio io”. Bene, le dico, allora adesso la facciamo pure questa tua ricetta e che cos’è di buono? “Sono dei biscotti con le faccine” risponde entusiasta.
E allora ci mettiamo all’opera…
Lei si arrampica sulla libreria dove è riposta la sua valigetta da cuoca che i nonni le hanno regalato per Natale. “Ecco mamma, preparo le cose che servono, mi metti il grembiule?”.
 
Non è la prima volta in realtà che la cucciola mi aiuta a cucinare, ma la novità è che adesso lei partecipa davvero in maniera consapevole e attenta. Stende la sfoglia, ritaglia i biscotti e li adagia sulla teglia delicatamente e poi li abbellisce, come dice lei.
Sono momenti bellissimi. Iniziare a cucinare davvero insieme è un dolce sentimento di comunione che penso riguardi anche altre mamme.
Si fa fatica a lasciare le nostre bimbe libere di fare, si teme che sporchino oppure che si facciano male. Ma quando capiamo che iniziano a muoversi da sole e ne sono pure capaci allora un senso di riconoscenza per loro ci invade. 
 
Ho voluto fermare qualche momento, non tutta la preparazione, ma i passaggi in cui Marie ha abbellito i suoi biscotti e ha creato le faccine. Qualcuna è felice e qualcuna è triste. 
 
 
Inno alla gioia perché sono loro, i nostri cuccioli, i semini che vanno innaffiati ogni giorno con amore e dedizione, nutriti con pane e carezze.
 
Anche quando ci fanno perdere la pazienza, anche quando siamo stravolti e stanchi, loro saranno in grado di illuminare la nostra anima e dare un perché…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Biscotti di Marie 
500 g farina tipo 2 | 200 g zucchero | 125 g burro | 40 g farina di riso | 50 amido di frumento | 100 g panna liquida | 2 uova | 1 cucchiaino da caffè cremortartaro | 1 pizzico di sale 
 
 
 
Se avete in mente di preparare questi biscotti ricordatevi di portare a temperatura ambiente il burro un paio d’ore prima.
Procedimento. In una grossa ciotola lavorate il burro con lo zucchero finché non diventa bianco e spumoso. Aggiungete le uova e amalgamate bene, poi aggiungete la panna. Unite anche le farine mescolate con il lievito e il sale. Mescolate bene prima con una forchetta e poi con le mani.
Riponete l’impasto in frigo per un’ora circa. Dopo averlo fatto riposare stendete una sfoglia di un cm circa e ritagliate i vostri biscotti.
Fatevi aiutare dai vostri bimbi, ne saranno felicissimi e chiedete loro magari di creare faccine con varie espressioni. Poi disponete i biscotti su una teglia ricoperta con carta da forno e fate cuocere in forno preriscaldato a 170°C / 160° C per 15 minuti circa.
Metteteli a raffreddare su una griglia e riponeteli in scatole di latta.
Potete utilizzare questa base anche per realizzare le vostre crostate al posto della classica frolla.

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

16 Commenti

  • Rispondi Chiarapassion 16 ottobre 2013 at 10:27

    Non potevi rispolverare post più bello, penso che non ci sia nulla di più dolce che cucinare con un bimbo, sentire la sua voglia di fare e soprattutto il suo desiderio di realizzare una cosa buona per renderti felice.
    Tanto amore per voi
    Enrica

  • Rispondi Roberta | Il senso gusto 16 ottobre 2013 at 11:28

    Bellissimo questo post. Mi sono commossa ma non aggiungo altro.
    Un giorno ci incontreremo e allora sarà un fiume di parola 🙂
    PS: bellissimo nome Marie…

  • Rispondi Roberta 16 ottobre 2013 at 12:36

    Che immensa tenerezza Stefi……a volte mi domando se proverò mai tutto ciò ma anche solo leggerti mette gioia, davvero!
    Un abbraccio grande e grazie!

  • Rispondi Susy Bello 16 ottobre 2013 at 12:37

    I nostri figli sono piu’ che fortunati…..Bellissimo post! E i biscotti sono fantastici!
    Una buona giornata Susy

  • Rispondi Chiara c. 16 ottobre 2013 at 12:46

    non potevi scrivere post più bello!!!
    da leggere e rileggere ogni volta che vogliamo far brillare occhi, cuore, anima…
    grazie <3

  • Rispondi sississima 16 ottobre 2013 at 12:51

    bello questo post e mi hai pure ricordato che oggi è la giornata mondiale dell’alimentazione, festeggiata benissimo con questi squisiti biscotti, un abbraccio SILVIA

  • Rispondi Babe - La Cucina di Babe 17 ottobre 2013 at 8:00

    Io credo che siano i biscotti più belli del mondo sai?
    E sono sicura siano anche i più buoni.
    Un bacio bellezza

  • Rispondi Stefania Zecca 18 ottobre 2013 at 7:24

    Grazie a tutte di cuore, mi fate felice con i vostri pensieri : )

  • Rispondi Emanuela Martinelli 18 ottobre 2013 at 9:41

    Non potevi trovare post migliore, questi biscotini sprizzano dolcezza da tutti i pori!! A presto Manu

  • Rispondi ileana conti 18 ottobre 2013 at 14:08

    E’ un post di una dolcezza infinita!

  • Rispondi Patty 18 ottobre 2013 at 14:25

    Assolutamente adorabile. Noi mamme di femmine siamo abbastanza fortunate in questo senso…la cucina le affascina quasi sempre e almeno una volta anche solo per toccare, devono provare questa emozione. Mi figlia tutt’ora sta dei minuti con le dita nella farina, in adorazione. Le piace quella leggerezza setosa e impalpabile. Lo ha sempre fatto fin da piccola. La tua è stupenda all’opera. Brava mamma e brava Marie!
    Un bacio grande, Pat

  • Rispondi Antonietta 18 ottobre 2013 at 17:31

    Stefania che dolce tenerezza.
    Ha ragione Patty che voi mamme di femmine avete un qualcosa in più.
    Però io, mamma di maschi, qualche sprazzo di tenerezza con manine cicciotte all’opera,talvolta l’ho vissuto. Però solo con l’impasto della pizza;forse per questo emergono i maschi in questo settore.
    Comunque mi hai fatto ricordare quando il mio piccolino volle fare a tutti i costi il budino di cuoco Danilo!!!
    Però un’altra tenerezza che mi hai fatto provare te la voglio raccontare:il titolo del post mi ha fatto ricordare il primo brano musicale che i miei primi due hanno suonato con la tromba.Da allora ne ho provato di gioia ai loro concerti……………

  • Rispondi Vaty ♪ 19 ottobre 2013 at 9:19

    <3 ecco. Mi sono commossa.. Un post stupendo e biscotti che sono un vero Inno.

  • Rispondi ~ Inco 19 ottobre 2013 at 11:07

    Che bella la tua principessina <3 🙂
    Lei e i suoi biscottini fatti con le sue manine d’oro, sono dolcissimi 🙂
    un abbraccio carissima ^_^
    Inco

  • Rispondi LA CUCINA DI...FEDERICA 20 ottobre 2013 at 15:28

    Stefania, questo post é bello bello e hai fatto bene a ripubblicarlo…me lo sarei perso!!!
    Non vedo l’ora che il mio puffetto sarà pronto x pasticciare con la mamma.
    x ora trascrivo la ricetta.
    Bacio a te e alla bimba…MERAVIGLIOSA!!!!

  • Rispondi Stefania Zecca 22 ottobre 2013 at 6:53

    Grazie mille fanciulle belle! Un abbraccio : )

  • Rispondi a Chiarapassion Annulla commento