Cantucci a modo mio…

23 maggio 2013
8790307559_b633806311_c

Ci sono, ci sono! Con l’influenza in corso mi accingo a postare una ricetta, finalmente!

Avevo voglia di cantucci, ma in una versione più croccante  e profumata. 
Così ho utilizzato della semola di grano duro rimacinata, e per renderli più aromatici ho aggiunto semi di anice e di finocchietto (reminiscenze di una ricetta marocchina che mi è stata gentilmente insegnata).
Poi ho utilizzato mandorle e nocciole e Armagnac…
Veniamo alla ricetta (oggi non sono molto brillante, perdonatemi!)
1° passo:
Mescolate 150 g di farina di semola, 100 g di farina tipo 0, 100 g di farina integrale, 120 g di zucchero di canna integrale, 8 g di cremortartaro (polvere lievitante biologica).
2° passo:
Fate la fontana e al centro mettete 2 uova, 1 tuorlo, 65 g di olio extravergine d’oliva, 1 pizzico di vaniglia in polvere, 2 cucchiai di Armagnac, 2 cucchiai di mielbio Limone (Rigoni d’Asiago), 1 cucchiaino di semi di anice, 1 cucchiaino di semi di finocchietto. Mescolate bene con la forchetta prima gli ingredienti al centro della fontana e poi uniteli pian piano al resto.
Se serve, per ammorbidire un poco l’impasto, aggiungete qualche cucchiaio d’acqua.
3° passo:
Aggiungete all’impasto 100 g di nocciole e 100 g di mandorle tostate. Amalgamate tutti gli ingredienti a mano fino a quando la frutta secca sarà bene accorpata al resto.
4° passo:
Accendete il forno a 170° C
Con le mani unte d’olio, o bagnate, dividete l’impasto in due e ricavate 2 lunghi rotoli che adagerete su una teglia ricoperta con carta da forno.
5° passo:
Mettete in forno e fate cuocere fino a leggera doratura, per 20 minuti circa.
6° passo:
Togliete dal forno e coprite con un canovaccio pulito.
Fate raffreddare per 30 minuti circa e poi tagliate i filoncini in obliquo, ricavando dei biscotti di 2 cm circa di spessore.
Adagiateli sulla teglia e rimettete in forno. Abbassate la temperatura a 150°C e fateli biscottare (circa 15 minuti)
 
Una volta freddi riponeteli in scatole o in vasi in vetro. Si conservano bene per un paio di settimane.
Accompagnate con Vin Santo o altro liquore di vostro gradimento.
 
Un caro saluto a tutti!

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

26 Commenti

  • Rispondi Valy C. 23 maggio 2013 at 14:03

    troppo belli!

  • Rispondi Arianna Frasca 23 maggio 2013 at 14:10

    Sei sempre brillante ^^ e questi cantucci già me li immagino buoni, saporiti e delicati!

    • Rispondi Stefania Zecca 26 maggio 2013 at 15:03

      Ciao Arianna, ti ringrazio… Spero di esserlo moooolto di più appena guarisco!

  • Rispondi Cinzia 23 maggio 2013 at 14:16

    mi piacciono un sacco, questi biscottini eppure pensa non li faccio mai.. sarebbe ora di rimediare, eh!
    Un abbraccio, rimettiti in fretta 🙂

    • Rispondi Stefania Zecca 26 maggio 2013 at 15:06

      Ciao Cinzia, anche a me… Ma sai quante cose mi piacciono che non faccio ancora e che vorrei fare! Mi servirebbero almeno altre tre vite! Grazie per gli auguri! Un bacione

  • Rispondi Chiara c. 23 maggio 2013 at 17:12

    l’influenza no :((( spero passi in fretta!
    i cantucci a modo tuo, mi piacciono un bel pò! una versione davvero interessante; con semola, integrale e armagnac..da provare! e proverò 😉
    un bacio grande!!!

    • Rispondi Stefania Zecca 26 maggio 2013 at 15:08

      Ciao Chiaretta, lo speravo anch’io ma sono ancora in ballo! E non so cosa devo fare prima! Ti ringrazio e un bacio grande grande anche a te!

    • Rispondi Chiara c. 26 maggio 2013 at 16:10

      Stefania mi dispiace, qst influenza nn se ne vuole andare 🙁
      sono passata a prendere la ricetta, tra un pò la casa profumerà di buono!
      ti abbraccio forteeee!!!! e ti ringrazio tanto per le bellissime parole!!! anche a me dispiace abitare così lontano :/
      bacioni!!

    • Rispondi Stefania Zecca 26 maggio 2013 at 16:28

      Bene, spero che ti piacciano! Grazie ancora Chiara, sei troppo carina! Tanti tanti baci!

    • Rispondi Chiara c. 27 maggio 2013 at 11:51

      eccomi Stefania 🙂
      i tuoi cantucci sono di una bontà!!!
      il profumo è delizioso! appena sfornati sembrava di essere in uno di quei forni di una volta! sono piaciuti tantissimo a tutti, mio fratello ha detto che di così buoni non ne ha mai mangiati!
      il cognac, l’armagnac nn lo avevo:( (quindi li rifarò presto) aggiunge quel sapore in più che li rendi unici
      ho scelto di non mettere i semi finocchio per avere un sapore più delicato e non ho messo le uova, visto che mia mamma non ne le può manigare e anche senza uova sono venuti benissimo!
      la farina di semola dona fragranza e sapore…
      in poche parole…unici!
      grazie e tanti tantissimi complimenti!

    • Rispondi Stefania Zecca 27 maggio 2013 at 12:07

      Ciao Chiaretta, grazie a te! Proverò allora a farli senza uova, sono proprio curiosa di sentire la differente consistenza. Un caro saluto anche alla tua golosa famigliola : )

  • Rispondi Elisa 23 maggio 2013 at 21:15

    I cantucci con l’anice mi ricordano molto gli anicini piemontesi 🙂
    Buoni buoni! 🙂
    Riprenditi presto! Un bacio

    • Rispondi Stefania Zecca 26 maggio 2013 at 15:09

      Ciao Ely, la versione piemontese mi manca. Grazie per gli auguri e un bacio anche a te!

  • Rispondi Maddalena Laschi 23 maggio 2013 at 22:24

    Tesoro mi dispiace tanto per la tua influenza ma se la febbre e il raffreddore ti fanno fare queste ricette….non è’ vero tu sei sempre brava, sia nei piatti che nelle foto!!!! Rimetti ti presto, un bacio!
    Maddy

    • Rispondi Stefania Zecca 26 maggio 2013 at 15:11

      Ciao Maddy, ti ringrazio! Domani, ad ogni modo, mi rimetto ai fornelli! Un bacio!

  • Rispondi Dolci a gogo 24 maggio 2013 at 9:05

    Devono essere davvero fantastici i tuoi cantucci e voglio provarli quanto prima!!Bacioni,imma

  • Rispondi Simona Mirto Tavolartegusto 24 maggio 2013 at 20:30

    Stefy cara sono rientrata ieri sera e sto piano piano riprendendo i contatti con i miei blog preferiti… mi spiace che non stai bene, non ti nascondo che nemmeno io sono in ottima forma… tra pioggia e vento di questi giorni ho un gran mal di gola… speriamo passi in fretta e che si intraveda un clima estivo…
    complimenti per questi cantucci rivisitati… io non ho mai fatto nemmeno gli originali… prendo nota di queste varianti… sopratutto mi incuriosisce molto l’uso della semola rimacinata … spero di sperimentare presto…. l’aspetto è fantastico:*
    un caro abbraccio:)

    • Rispondi Stefania Zecca 26 maggio 2013 at 15:17

      Ciao Simo! Sì, guarda, la cosa che mi pesa di più è di non poter preparare quello di cui ho voglia… Mai visto un tempaccio del genere a maggio, per forza che ci si ammala.
      Allora quando li avrai provati mi farai sapere?
      Auguro anche a te di riprenderti! Ricambio il tuo abbraccio, carissima.

  • Rispondi elly 26 maggio 2013 at 18:05

    Cantucci mon amour… Mi hai messo voglia di correre in cucina a prepararli… Ma sono tua compagna di disavventura e oggi sto ancor peggio di ieri… proprio un’influenza coi fiocchi e in piedi non mi tengo!!!! Intanto mi gusto i tuoi “a vista”!!! Rimettiamoci presto!!!

    • Rispondi Stefania Zecca 26 maggio 2013 at 19:26

      Ciao Elly, allora riguardati, magari domani starai già meglio!

  • Rispondi Babe - La Cucina di Babe 27 maggio 2013 at 10:31

    Che bello che sei tornata.
    Mi mancava la poesia del tuo blog…
    Bacini

    • Rispondi Stefania Zecca 27 maggio 2013 at 10:45

      Ciao cara, grazie! Pian pianino riprendiamo… Buon inizio di settimana, finalmente il sole è arrivato!

  • Rispondi Margot 28 maggio 2013 at 6:58

    Ciao cara, va meglio? tempo balzano questo, io sono tutta un dolore…mi ci vorrebbe una cura tuoi cantucci;-) baci

    • Rispondi Stefania Zecca 28 maggio 2013 at 8:28

      cara Margot, ciao! Un po’ alla volta… anche tu sei ko? Dai, se arriva il sole ritorniamo belle pimpanti! baciuzzi

    Rispondi a Elisa Annulla commento