Pane alla soda irlandese per il World Bread Day

17 ottobre 2012
IMG_9542
 
Questo pane, di origini irlandesi, conosciuto anche come Irish soda bread dedicato a questa giornata (lo so il  WBD era ieri ma sono sempre in ritardooo!). Favoloso appena uscito dal forno spalmato con una bella dose di burro o con del formaggio, ottimo quello che avanza da tostare i giorni a venire. Non lievita, si impasta e va subito in forno. Se non lo avete mai provato fatelo!
Ciao a tutte 
 
 
 


Ingredienti per un pane:


450 g di farina integrale di grano tenero biologica
1 cucchiaino colmo di bicarbonato di soda
1 pizzico di sale marino integrale
350 g di latte fermentato
1 cucchiaio di malto di mais

Scaldate il forno a 200°C.
In una ciotola capiente mescolate la farina con il bicarbonato, il sale e i semi di girasole.
Fate la fontana e unite poco alla volta il latte fermentato e il malto di mais mescolando con una forchetta.
Successivamente amalgamate bene tutti gli ingredienti con le mani per un paio di minuti fino ad ottenere un impasto morbido.
Formate una palla e incidetela con un coltello affilato praticando una croce.
Mettete su una teglia da forno e cuocete a 200°C per 15 minuti, abbassate 180°C e proseguite la cottura per altri 15 minuti.
Servitelo tiepido (anche se è buonissimo ancora caldo di forno con la crosta bella croccante!).
Si conserva morbido per due o tre giorni dentro un sacchetto di carta.

clicca per il tuo commento

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

17 Commenti

  • Rispondi Elisa 17 ottobre 2012 at 14:28

    Ho saputo di questa bella iniziativa troppo tardi: rimedierò il prossimo anno mi sa.
    Questo soda bread mi ispira un sacco perché non l’ho mai provato! Sembra ottimo! E che belle foto 🙂
    Un bacione :*

    • Rispondi Stefania 17 ottobre 2012 at 16:26

      grazie Elisa, è un pane speciale, ti consiglio di sperimentarlo.
      Anch’io in realtà sono arrivata all’ultimo momento, lo segno sull’agenda per il prossimo anno.

  • Rispondi Cindystar 17 ottobre 2012 at 15:24

    Bellissimo pane, facile e veloce, bellissime foto!
    E che partecipèare al WBD diventi una buona e sana abitudine come il nostropane quotidiano! 🙂
    Grazie per la partecipazione!

    • Rispondi Stefania 17 ottobre 2012 at 16:27

      Cindy grazie a te per la bellissima iniziativa.

  • Rispondi Ely 17 ottobre 2012 at 15:49

    Ma lo sai che da tanto voglio provare a farlo? Di certo non mi riuscirebbe bello come il tuo: poco ma sicuro.. chissà che buono.. è praticamente perfetto e quella croce in mezzo a me non resta mai!! Complimenti! Un abbraccio!

    • Rispondi Stefania 17 ottobre 2012 at 16:32

      Ely certo che ti riesce! E’un pane semplice da preparare, l’incisione devi farla con un coltello dalla lama liscia premendo bene. Grazie e un bacione 🙂

  • Rispondi Valentina 17 ottobre 2012 at 16:42

    Buonissimo, molto invitante, ti è venuto perfetto! 😀 Complimenti, anche le foto mi piacciono molto 🙂 Baci e buona serata!

    • Rispondi Stefania 17 ottobre 2012 at 19:36

      ciao grazie cara e buona serata anche a te 🙂

  • Rispondi Ely Valsecchi 17 ottobre 2012 at 19:37

    Stefani non l’ho mai fatto e anche io mi dimentico sempre che smemorata! Mi piace molto questo pane così rustico e dorato! Baci

  • Rispondi Babe - La Cucina di Babe 17 ottobre 2012 at 19:46

    Ma tu non sei in ritardo! Lo hai preparato ieri e oggi con calma lo hai postato! 🙂
    Ah si, me lo immagino caldo con spalmato il burro e un goccio di miele…argh che voglia! 😀

  • Rispondi Edith Pilaff 18 ottobre 2012 at 2:50

    Conosco bene questo pane,c’e’ un forno nella mia via che lo vende!!
    Ora pero’ me lo faro’ da sola….
    Un bacione

  • Rispondi Cami 18 ottobre 2012 at 10:54

    Fantastico, non c’e che dire. Io non ho fatto in tempo a panificare ma mi prendo il tuo pane e lo provo con del semplice latte vegetale, dev’essere proprio fantastico, nel fine settimana mi metto all’opera 😀

  • Rispondi Tentazioni irresistibili 18 ottobre 2012 at 14:22

    Il pane caldo è una di quelle tentazioni a cui faccio davvero fatica a resistere…forse vince su qualsiasi altro alimento, a parer mio! Questa ricetta non l’ho mai provata e mi intriga molto il fatto che non necessiti il tempo della lievitazione…mi toccherà provarlo!!! Ciao! Iolanda

  • Rispondi Stefania 18 ottobre 2012 at 17:02

    grazie ragazze, comunque se proverete a farlo lo vorrete rifare… è perfetto per una cena o un pranzo improvvisato.
    Per Cami: volevo dirti che devi però usare latte fermentato o kefir, non latte vegetale perché il principio della lievitazione di questo pane è dato dalla combinazione tra l’acido dovuto ai fermenti con la componente alcalina del bicarbonato.

  • Rispondi Cami 18 ottobre 2012 at 21:12

    Grazie stefy 😉 allora mo’ toccherà preparare anche il kefir ma lo yogurt di soia dici che non va bene?

  • Rispondi Stefania 19 ottobre 2012 at 7:21

    Non l’ho mai provato, contiene fermenti o è leggermente acido? Se manca la componente acida non credo che funzioni… allora aspetto di sapere come ti è riuscito! ciao

  • Rispondi zorra 21 ottobre 2012 at 12:49

    Always late? Good thing you find this quick recipe! 😉

    Grazie per la tu partecipazione al Word Bread Day. Spero di rivederti l’anno prossimo!

  • Lascia un commento