Zuppa di verdure con Pestèda

17 settembre 2012
IMG_8435
Ciao a tutte. 
Oggi spero di deliziarvi con una semplice quanto squisita zuppa. 
Prima di tutto ringrazio ancora Maddy (forse ne avete già sentito parlare in altri post, è una carissima amica) che mi ha fatto un graditissimo regalo, mi ha donato alcune bellissime ramine di famiglia… voi ve ne sareste separate? La prima della serie la vedete fotografata proprio qui.
Se volete farmi felice, ora ve lo dico, regalatemi pentole, mestoli e libri di cucina… 
Tornando alla zuppetta è di veloce preparazione ma vi raccomando come sempre la qualità degli ingredienti, freschi e se potete biologici.
Altro ingrediente fondamentale è la pestèda del paese di Grosio, in Valtellina, che forse molte di voi già conosceranno.
Si prepara con un battuto di aglio ed erbe di alta montagna come l’achillea nana, il ginepro, il timo serpillo, sale e pepe. Si utilizza per insaporire la carne, verdure, patate, ed ha un gusto davvero unico. La ricetta viene custodita gelosamente presso le famiglie che la preparano e si tramanda da secoli.
Su questo link ttp://www.grosio.info/prodotti-tipici.html troverete altre informazioni utili.
Quella che ho usato nella ricetta è un regalo della mamma di Maddy, e si fa un po’ fatica a trovarla in giro. Dovrete per forza farvi un giretto a Grosio!
Ingredienti
olio extravergine d’oliva | 300 g cipolle rosse | 400 g patate gialle | 200 g erbette | 1 cucchiaio di farina | 1 litro di acqua bollente | 4 fette di pane casereccio integrale | 2 cucchiaini di pestèda 
 
Tagliate le cipolle a pezzetti. Scaldate due cucchiai d’olio in una pentola, unite le cipolle, date una mescolata coprite e fate stufare a fuoco dolce per 5 minuti. Aggiungete le patate, togliete un attimo dal fuoco, unite la farina, mescolate bene e versate l’acqua bollente. Rimettete sul fuoco e fate cuocere per 30 minuti, rimestando ogni tanto per non far attaccare. Tagliate a listarelle le erbette, aggiungetele alla zuppa e fate cuocere ancora per 5 minuti. In un tegamino scaldate un cucchiaio d’olio e fate tostare il pane tagliato a cubetti. Aggiungete la pestèda alla zuppa, mescolate e versate in una zuppiera o in ciotole individuali. Accompagnate con il pane e servite subito.
 

 

clicca per il tuo commento

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

10 Commenti

  • Rispondi Ely 18 settembre 2012 at 5:33

    Mamma mia che meraviglia la tua ramina… Anche io ne ho una batteria intera, le aveva fatte il mio bisnonno a mano e sono meravigliose! Come calda e confortevole è la tua zuppa di verdura! Buona giornata

    • Rispondi Stefania 24 settembre 2012 at 14:18

      sì, è stato davvero bello riceverla in regalo! grazie anche a te

  • Rispondi Anonymous 18 settembre 2012 at 18:21

    Ha ragione vale di “Salequbi” sono molto belle anche le tue foto.
    Luisa.

  • Rispondi La Cucina della Capra 18 settembre 2012 at 23:01

    eheh, io mai mi separerei da questi oggetti, nemmeno dai libri, se non per prestarli a persone fidatissime! Bella ricetta!! Ciao!

    • Rispondi Stefania 24 settembre 2012 at 14:20

      ciao Capretta, grazie… fai bene a non separartene, sono oggetti così evocativi

  • Rispondi sississima 23 settembre 2012 at 15:11

    questa zuppa ha proprio un bell’aspetto invitante, un abbraccio SILVIA

  • Rispondi Cami 24 settembre 2012 at 20:24

    Questa farebbe proprio felice il mio Adriano, dev’essere squisita! E che dire del dono della tua amica… Mi brillano gli occhi *_* se te l’ha ceduta, ti vuole davvero bene!
    Ottimo anche quel battuto che insaporisce divinamente!
    Fameee 😀

  • Rispondi Stefania 24 settembre 2012 at 20:49

    Sì è davvero una cara persona e una carissima amica. Ti ringrazio sei sempre gentile 🙂

  • Lascia un commento