Seppie con piselli (e foto floreali)

15 giugno 2012
IMG_5240
Buon inizio di giornata a tutte.
La ricetta di oggi è nota in tutta Italia. Ho cercato di documentarmi sull’origine ma in verità non ho ben capito se sia o meno un piatto laziale.
Tempo fa l’ho assaggiata in liguria però nella versione seppie e carciofi ed era gustosissima. Con i pisellini rimane forse leggermente più delicata, in ogni caso la ricetta è presente sull’Artusi. Io ho qui invertito la successione degli ingredienti, ovvero ho fatto prima stufare i piselli con aglio e cipolla e poi ho unito le seppie.
Questo perché la seppia non necessita di una cottura prolungata, diversamente diventa gommosa.
Ho adoperato pisellini freschi e seppie fresche acquistate al mercato. Le seppie le ho fatte pulire dal pescivendolo, quando posso ne approfitto. In poco più di venti minuti ho preparato questo piatto leggero e piacevole.
Poi non ho resistito e ho voluto fare una foto anche ad un mazzolino di graziosi e leggiadri fiorellini di campo che avevo appena raccolto…

 

Ingredienti per 4:
500 g di seppie fresche | 3 cucchiai olio extravergine d’oliva | 1 kg di piselli freschi tenerissimi  | una cipolla | uno spicchio d’aglio | sale marino integrale | peperoncino fresco lungo (poco piccante) | prezzemolo e timo | due cucchiai vino bianco secco
 
Procedimento.
Per prima cosa sbucciate i piselli e lavateli. Sciacquate le seppie e tagliatele a listarelle.
Mettete l’olio in una casseruola, scaldatelo leggermente e fate imbiondire dolcemente la cipolla e l’aglio tritati.
Unite i piselli e quattro cucchiai d’acqua, aggiustate di sale e fate cuocere per cinque minuti circa.
Aggiungete a questo punto due cucchiai di vino, fate sfumare quindi unite anche le seppie. Coperchiate e fate cuocere a fuoco dolce per otto minuti, dieci e non di più. Spegnete, toglietele dal tegame e servitele portandole in tavola con una bella zuppiera o se preferite direttamente in delle ciotoline individuali. Guarnite con il peperoncino tagliato a julienne e con timo e prezzemolo spezzettato con le mani. Gustate caldo o tiepido.
Per un tocco ancora più goloso servitele con pane grigliato condito con olio, timo e sale.

 

 

clicca per il tuo commento

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

5 Commenti

  • Rispondi Manuela e Silvia 15 giugno 2012 at 22:53

    Ciao ,un duo che abbiamo provato in versione più invernale con la polentina morbida, ma che si presta altrettanto bene per le cene estive!
    Delicato e leggero!
    baci baci

  • Rispondi Rosa-kreattiva 16 giugno 2012 at 0:37

    ciao quante cose buone sul tuo blog anche a quest’ora mi hai fatto venire fame 🙂 da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare ciao rosa.kreattiva

  • Rispondi Blog di cucina 2 agosto 2012 at 14:19

    Ricetta molto buona e leggera, e… Foto e blog bellissimi!

    Brava!!!!

  • Rispondi Miss Becky 4 marzo 2013 at 22:20

    Rimango sempre incantata dalla tua fotografia. E’ così delicata, incantevole. E la ricettina ci piace molto molto.

  • Rispondi a Manuela e Silvia Annulla commento