Marmellata di fragole

25 giugno 2012
IMG_5115
Vi piace la marmellata di fragole? A noi moltissimo!
Dato che ne consumiamo quantità non indifferenti sul pane a colazione ho pensato che valesse la pena di farla in casa per averne una discreta scorta, che, a dire il vero, non credo resisterà fino all’autunno.
Ho aggiunto un non so che di zenzero fresco e qualche scorzetta di agrumi per renderla più stuzzicante.
Merita una bella spalmata su una fetta di pane caldo e imburrato o favolosa anche per farcire una deliziosa crostata.
Ecco la ricetta. Dimenticavo di dirvi due annotazioni. Ho sostituito buona parte dello zucchero con il succo d’uva che è molto più naturale, poi ho utilizzato come addensante le mele frullate (contengono la pectina e quindi si possono usane in sostituzione di quella pura che personalmente trovo troppo gelatinosa). Io l’ho fatta così, facendola riposare tutta la notte e poi l’ho riportata a bollore il mattino seguente. In questo modo le fragole sprigionano tutto il loro profumo. 
La cottura risulta essere un po’ più lunga per la presenza del succo d’uva ma va fatta a fuoco dolcissimo e potete tranquillamente fare altro nel mentre ; )
Per invasare personalmente utilizzo il sistema a caldo, sempre impiegato da mia mamma che ha all’attivo una consistente produzione di marmellate. Si può così evitare la sterilizzazione successiva.

 

 

Ingredienti per 7 vasetti:
kg 1.700 fragole intere | 400 g polpa di mele | 700 g succo d’uva | 500 g zucchero ( semolato o di canna) | succo 1 limone | scorza grattugiata 1 arancia e 1 limone | 30 g zenzero fresco tritato.

Togliete il picciolo alle fragole e lavatele. Mettetele in una pentola dal fondo spesso unite anche lo zucchero, il succo del limone, la scorza grattugiata del limone e dell’arancia, lo zenzero e la polpa di mela frullati. Mescolate bene e fate riposare la frutta per almeno un paio d’ore.

Trascorso questo tempo portate la frutta a bollore poi spegnete, coprite la pentola e fate riposare la marmellata per tutta la notte.
Al mattino, diciamo intorno alle ore 7.30 / 8.00 rimettette la pentola sul fuoco e fate cuocere la marmellata dolcemente, mescolando di tanto in tanto (ci vorranno tre ore circa). Vi sarete alzate presto ma il profumo fragoloso compenserà i vostri sforzi.
Nel frattempo potete preparare i vasetti.
Lavateli accuratamente con acqua calda e detersivo (io lo faccio anche se i vasetti sono già puliti), asciugateli bene e poi versate in ognuno un cm di alcool a 95C°. Mettete il coperchi ai vasetti e agitateli bene.
Finita questa operazione travasate l’alcool contenuto nei vasetti in un un unico vaso che non utilizzerete per la marmellata e mettetelo da parte per un altro utilizzo. A questo punto i vasetti sono pronti.
Sarà pronta anche la marmellata. Preparate il mestolo, l’imbuto per le marmellate, i vasetti senza il coperchio e alcuni canovacci puliti.
Mantenendo la pentola sul fuoco pescate con il mestolo la marmellata e riempite il primo vasetto.
Fermatevi ad un cm dal bordo, chiudetelo immediatamente con il coperchio e capovolgetelo. Procedete allo stesso modo con gli altri vasetti. Quando avrete terminato di invasare la marmellata mettete i vasetti ben coperti a raffreddare. Riponeteli poi nella vostra dispensa.
Ciao
 
 

clicca per il tuo commento

Vi potrebbero interessare


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/4/d638939906/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

9 Commenti

  • Rispondi Ely 26 giugno 2012 at 14:35

    E’ la mia preferita in assoluto ma con lo zenzero è una novità. La prossima che farò proverò la tua ricetta! Baci

  • Rispondi Cucina di Barbara 27 giugno 2012 at 22:14

    Grazie mille Stefania, le tue foto sono una cosa meravigliosa! 🙂

  • Rispondi Teresa De Masi 27 giugno 2012 at 22:57

    Mai provato il succo di uva nelle marmellate… ottimo suggerimento, grazie! Ben trovata!

  • Rispondi Laura e Romano 28 giugno 2012 at 14:17

    le tue ricette hanno sempre un non sò che di speciale e inedito, belle le foto e anche le tue ceramiche….il sito è carinissimo….ciao Stefy
    Laura e Romano

  • Rispondi Chiara -Cucinando con mia Sorella- 29 giugno 2012 at 22:58

    Ciao Stefania!
    Non ho mai provato il succo d’uva nella marmellata… ti farò sapere 🙂
    Grazie mille per la visita e per avermi fatto scoprire il tuo delizioso blog!
    Un abbraccio, Chiara

  • Rispondi Mariabianca 30 giugno 2012 at 18:18

    La ricetta è interessante ma le foto sono meravigliose.Complimenti e piacere di conoscerti.

    • Rispondi Stefania 30 giugno 2012 at 22:01

      grazie a tutti per la vostra cortesia 🙂

  • Rispondi Camiria 3 agosto 2012 at 8:47

    Sei una donna da sposare!
    Cogli sempre nel segno!
    Il mio frutto preferito in assoluto sono le Fragole!!!!!!!!!
    Io l’avrei fatta senza zucchero e solo zucchero d’uva, ti assicuro che si mantiene perfettamente , la faccio sempre cosi la marmellata senza zuccheri aggiunti!

    Ps. Per oggi mi fermo qui, ma già ti ho salvata come blogger, tornerò a sbirciare la tua cucina se non ti dispiace!!!!! ^^

  • Lascia un commento